2007 - 02 SIRIO CHANNEL - Febbraio
Archivio Newsletter
Novita' dal laboratorio software
Novita' dal mondo SIRIO
Eventi formativi dedicati ai clienti SIRIO
Formazione per dipendenti, consulenti e rivenditori SIRIO
Letto per Voi da Sirio
SINFORMA: Argomento del mese
Controllo di gestione: come affrontare correttamente la contabilità analitica
Da Sirio informatica e sistemi uno strumento di supporto al Controllo di Gestione
 
 
Controllo di gestione: come affrontare correttamente la contabilità analitica
Imprenditori e responsabili amministrativi come Telma & Luise ?!?

Valutazioni errate e poi allegramente nel burrone; l’oculata gestione di tutta una vita per una brutta fine dietro l’angolo.
Chi l’avrebbe mai detto ma in Italia questa è spesso la realtà dei fatti:

Il 90% degli imprenditori ...
• non riesce a calcolare i costi di produzione
• non conosce il costo di produzione dei propri prodotti
• non sa calcolare l'incidenza dei costi sul prezzo finale


Imprenditori e responsabili amministrativi troppo spesso credono che sia sufficiente per gestire e amministrare un’azienda disporre e analizzare pochi dati: fatturato, costi variabili, costi fissi, utile/perdita di esercizio.

Bisogna essere coscienti del pericolo e acquisire in fretta cultura e strumenti per invertire la rotta.

In un'azienda il controllo di gestione, detto anche controllo direzionale, è il sistema operativo volto a guidare la gestione verso il conseguimento degli obiettivi stabiliti in sede di pianificazione operativa, rilevando, attraverso la misurazione di appositi indicatori, lo scostamento tra obiettivi pianificati e risultati conseguiti e informando di tali scostamenti gli organi responsabili, affinché possano decidere ed attuare le opportune azioni correttive.

La contabilità generale registra operazioni che intercorrono tra azienda ed esterno; non mantiene alcuna traccia della fine che fanno ad esempio materie prime, beni, servizi acquistati. La classica rilevazione di fatti di questo tipo (fattura fornitore o fattura passiva) prevede: una riga fornitore, una riga IVA e una riga materiali, o beni, o servizi. Non è sua competenza sapere a chi sono andati quei materiali, o beni o servizi e come sono stati utilizzati.

Qui entra in gioco la contabilità analitica la cui funzione primaria è quella di dettagliare maggiormente quanto registrato con la contabilità generale, con l'indicazione della destinazione, in caso di acquisti o la provenienza, in caso di vendite.

Rilevare costi e ricavi secondo destinazione e provenienza rappresenta la fondamentale differenza (ma è più giusto dire integrazione) con la contabilità generale, che rileva invece solo per natura.