2008 - 02 SIRIO CHANNEL - Febbraio
Archivio Newsletter
SINFORMA: Argomento del mese
Novita' dal laboratorio software
Novita' dal mondo SIRIO
Eventi formativi dedicati ai clienti SIRIO
Formazione per dipendenti, consulenti e rivenditori SIRIO
Letto per Voi da Sirio
Arriva il nuovo i5/OS V6R1 (I): l'evento più importante dell'anno è atteso il 21 Marzo
Arriva il nuovo i5/OS V6R1 (II): ecco le novità tenute gelosamente segrete
Comunicazioni unificate: i benefici spaziano dai cruscotti aziendali al marketing
Grazie alla convergenza tecnologica il software come servizio cambierà lo scenario dell'IT
 
 
Grazie alla convergenza tecnologica il software come servizio cambierà lo scenario dell'IT
Il software come servizio è proiettato verso una forte crescita nel 2008 e negli anni a venire. Lo rivela un nuovo studio dei ricercatori Saugatuck in cui sono sottolineati i trend che si prevede cambieranno il modo in cui i vendor si affacceranno al mercato ed allo stesso tempo il modo in cui i clienti trarranno beneficio dalle nuove soluzioni che saranno offerte sul mercato. Che la crescita sarà sostenuta lo si comprende anzitutto dal fatturato che si stima sarà generato nei prossimi cinque anni e che sarà di oltre 20 miliardi di dollari nel 2012, ovvero il 35% in più del 2007.
Sempre nel 2012 gli analisti prevedono che più del 15% delle soluzioni “software come servizio” (SaaS – Software as a Service) saranno acquistate dalle aziende direttamente online attraverso Internet, senza la mediazione di un venditore.
Si prevede inoltre che, nello stesso periodo, almeno il 75% del fatturato sarà ottenuto da solo cinque grandi fornitori. Si stima, inoltre, che si assisterà ad un cospicuo numero di fusioni ed acquisizioni. Si prevede ad esempio che circa il 60% delle società SaaS fondate prima dal 2005 saranno acquisite o falliranno attorno al 2010 per l'assenza di un'adeguata visione strategica.
Entro il 2012 il 30% o più delle nuove applicazioni aziendali sviluppate saranno implementate e rivendute seguendo unicamente il modello SaaS.
Il numero degli utenti aziendali che utilizzerà un software come servizio sarà quantificabile nella misura di decine di milioni di utenti.
Un altro trend molto interessante, previsto dagli analisti, riguarderà la convergenza di SOA, di SaaS e dell'open source, convergenza che spianerà la strada verso l'affermazione di standard e tecnologie più aperte che le aziende potranno utilizzare per personalizzare la propria infrastruttura informativa. “Ciò che è importante riconoscere è che il software come servizio sta diventando un fenomeno internazionale” – si legge nello studio.
La ricerca, in particolare, tende a sottolineare che i cambiamenti che SaaS sta già apportando all'interno delle organizzazioni IT di tutto il mondo sono non solo di tipo economico e tecnologico ma anche di tipo operativo, organizzativo e culturale.
Secondo gli analisti di Saugatuck Technology esisterebbero tre livelli di diffusione del software SaaS.
Il primo livello, definito Early Adoption, è contraddistinto dal deployment di applicazioni isolate fra loro, ovvero nell'implementazione di veri e propri progetti pilota finalizzati ad osservare gli sviluppi del software come servizio in termini di vantaggi di business.
Nel secondo (Mainstream Adoption) le applicazioni SaaS sono integrate lungo tutta l'azienda seguendo una logica centralizzata. Infine il terzo livello (Ubiquitous Adoption) consiste nell'ottimizzazione e nella personalizzazione dell'infrastruttura SaaS esistente.
Secondo i ricercatori, mentre le aziende dell'America del Nord si stanno già avviando verso la terza fase delle tecnologie SaaS, l'Europa e l'Asia sono ancora indietro di due anni, anche se i risultati delle ultime ricerche suggeriscono che nel 2008 le imprese europee riusciranno a ridurre questo gap di almeno sei mesi. Nel 2008 si prevede, infatti, che il 55% delle compagnie americane implementeranno almeno un'applicazione SaaS contro il 40% delle aziende europee.

Fonte: Newsletter settimanale Hi Tech Insider